Crea sito

Gli animali avvertono in anticipo i terremoti

La credenza che gli animali possano prevedere i terremoti è vecchia di secoli. Nel 373 a.C., gli storici scrivono che gli animali, compresi ratti, serpenti e furetti, abbandonarono la città greca di Helice qualche giorno prima che un terremoto devastasse il posto.

I racconti di simili avvenimenti, su animali che percepivano in anticipo l’arrivo dei terremoti, da allora emergono attraverso i secoli. Sono segnalati pesci gatto muoversi violentemente, polli che smettono di deporre le uova e api che lasciano il loro alveare in tutta agitazione.
Le segnalazioni dei proprietari di animali domestici, descrivono gatti e cani che si comportano in maniera del tutto insolita prima di un terremoto, che abbaiano o gemono per nessun motivo apparente o mostrano segni di nervosismo o irrequietezza.